FANDOM


Bobby Richter è un personaggio ricorrente della nona stagione di American Horror Story, ed è interpretato dall'attore Filip Alexander.

PersonalitàModifica

BiografiaModifica

Nel 1948, Lavinia Richter era una madre vedova di due figli, il maggiore Benjamin e il figlioletto minore Bobby. Il marito perse la vita durante gli eventi della seconda guerra mondiale. La donna accettò il lavoro di cuoca presso Camp Redwood quell'estate, allora conosciuto come "Camp Golden Star", in modo tale da riuscire a guadagnare qualche soldo e al tempo stesso garantire ai propri figli delle vacanze. Un giorno, mentre stavano lavorando, incaricò Benjamin di non perdere mai di vista Bobby. I due si recarono al lago e mentre Benjamin rimase ad osservare il bagnino intrattenersi in rapporti intimi con una campeggiatrice dietro a un cespuglio, Bobby si tuffò in acqua. Mentre nuotava nel lago, Bobby rimasto accidentalmente incastrato nell'elica di un'imbarcazione a motore, venne ucciso col gola sgozzata.

La notte stessa, perdendo il lume della ragione, Lavinia rivendicò la morte del proprio figlioletto, trucidando e massacrando ogni campeggiatore e consulente di sesso maschile del campo. Benjamin, cogliendola in flagrante, tentò di farla ragionare, ma la madre, ritenendolo responsabile del suo figlio preferito, tentò di ucciderlo a sua volta. Rincorso nei boschi, in un atto di autodifesa, Benjamin uccise la madre pugnalandola al ventre, riversando su quella terra il suo sangue pieno di rabbia e dolore, maledicendola. Il campo venne quindi chiuso.

Nel 1989, Benjamin fa ritorno al lago per commemorare lo spirito del fratello Bobby, uccidendosi e tornando in vita come fantasma per esigere la sua vendetta.[1]

Gli spiriti dei campeggiatori morti si manifestano sotto forma di fantasmi, e si scagliano contro Richter per vendicare la propria morte, imprigionandolo e uccidendolo ripetutamente, rifiutandosi di liberarlo per uccidere Ramirez. Da ultimo, gli spiriti legano Richter ad una barca e lo spediscono al centro del lago. Qui, Benjamin tenta di liberarsi, ma viene trascinato giù nell'acqua da una strana figura emersa dalle profondità della laguna. Benjamin si risveglia così lungo la riva del lago di Camp Redwood, dove gli appare il fantasma del fratellino Bobby. Il bambino lo porta così dalla madre Lavinia, grata a Benjamin per averle permesso di rivedere Bobby. Lavinia convince Benjamin a rimanere con loro per sempre, come una vera famiglia, e vivere in pace per l'eternità.[2]

Di ritorno al campo dopo avere scoperto tutta la verità, Bobby Richter II, suo nipote, si imbatte proprio nel fantasma di Margaret, che credeva deceduta molti anni prima. Margaret gli rivela però di essere morta l'esatto momento prima che il taglialegna sputasse fuori la sua testa. La donna cerca di ucciderlo, ma viene fermato dal fantasma di Richter, suo padre, che compare sulla scena per ucciderla e salvarlo. I due si abbracciano ma il momento ha breve durata perché Margaret, risvegliandosi e affermando a tutti costi di volere essere l'ultima sopravvissuta, uccide da prima Richter e poi cerca di uccidere anche Bobby. Il fantasma di Margaret viene però fermato dagli spiriti del luogo, mentre Montana, Trevor, il padre Richter e la nonna Lavinia gli permettono di attraversare sano e salvo la linea di confine e scappare. In lacrime, Bobby si volta a guardarli per un'ultima volta.[3]

Appare in (3/9)Modifica

Nona Stagione (3/9)

NavigazioneModifica


References Modifica

  1. Episode: The Lady in White
  2. Episode: Rest in Pieces
  3. Episode: Final Girl

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.