FANDOM



Bruce è un personaggio ricorrente della nona stagione di American Horror Story, ed è interpretato dall'attore Dylan McDermott.

PersonalitàModifica

BiografiaModifica

Donna porta Brooke a divertirsi un po' presso una pista di pattinaggio. Le due si divertono molto insieme ma, mentre stanno per andarsene, un uomo di nome Bruce, che le ha osservate per tutta la sera, si avvicina loro, offrendo loro qualcosa da bere. Le due rifiutano le sue attenzioni e si dirigono verso la loro macchina.

Questa però ha qualche problema al motore, ma poco dopo Bruce ricompare per aiutarle. Una volta che l'auto si riavvia, Donna decide di concedere a Bruce un passaggio per ringraziarlo. Durante il viaggio, avvertendo che Bruce sta cercando di manipolarle, Donna ferma immediatamente la macchina e gli ordina di scendere. L'uomo si rifiuta ma, tuttavia, un'auto della polizia si ferma appena dietro di loro. Il poliziotto si avvicina al veicolo e domanda se vada tutto bene all'interno dell'abitacolo. Bruce però afferra la pistola dell'agente e gli spara, dopo di che, cerca di sparare anche a Donna e Brooke, che salendo immediatamente in macchina, fuggono via.

Donna e Brooke credono di averlo seminato ma, al primo semaforo, un'auto della polizia accelera verso di loro, investendole e danneggiando gravemente il loro mezzo. Brooke si risveglia incosciente al posto del passeggero, con Bruce al suo fianco, accomodato al posto del conducente. Bruce le offre quindi due opzioni: mettere in modo e guidare, trascinando il corpo di Donna per tutta la corsa che è legata alla macchina da una corda; oppure salvare la vita all'amica e venire sparata. Brooke sceglie la prima opzione e mette in moto la macchina, ma guidando in retromarcia. Così mentre Brooke passa sul corpo di Donna illesa, Bruce finisce per essere catapultato fuori dall'abitacolo. Donna e Brooke legano Bruce a un cartello e gli tagliano entrambi i pollici in modo da non poter più fare l'autostop.[1]

Tumblr 66e6067f3045990fe7f8288350311941 4c252a55 400

Trevor uccide Bruce lontano dalla proprietà.

Alla vigilia di Halloween del 1989, Bruce riesce a liberarsi e guida fino a Camp Redwood per prendersi la sua vendetta su Donna e Brooke, interrompendo un duello fra Ramirez e il fantasma di Richter. Ramirez richiede l'aiuto di Bruce per uccidere Richter, scoprendo soltanto dopo che quello è divenuto un fantasma. Richter viene sparato alla testa da Margaret e scompare. Bruce le domanda chi lei sia e Margaret gli punta contro la sua pistola, ma Ramirez la rassicura che Bruce è con lui e sta dalla loro parte. Margaret decide allora di allearsi con i due per mettere a tacere Brooke una volta per tutte. Margaret spiega inoltre ai due il suo nuovo piano: uccidendo tutto il resto degli altri artisti musicali del festival Margaret riuscirà a vendere al pubblico la storia di Camp Redwood come memoriam dei più grandi artisti musicali degli anni '80. I due sono d'accordo, ma Ramirez specifica che nessuno dovrà toccare Billy Idol.[2]

La notte del 1989, Donna e Brooke prendono d'assalto con l'aiuto degli altri fantasmi lo chalet in cui Margaret si rifugiava. Dopo avere preso in ostaggio Ramirez e ucciso Bruce, accoltellato per mano di Trevor in un punto fuori dalla proprietà in modo tale che l'uomo non potesse tornare a tormentarli sotto forma di spirito, Margaret è rimasta da sola ad affrontarli.[3]

Appare in (3/9)Modifica

Nona Stagione (3/9)

NavigazioneModifica


References Modifica

  1. Episode: The Lady in White
  2. Episode: Rest in Pieces
  3. Episode: Final Girl
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.