FANDOM



Dylan è un personaggio principale della sesta stagione di American Horror Story, ed è interpretato dall'attore Wes Bentley. Dylan è l'attore che ha interpretato Ambrose White e Piggy Man in "My Roanoke Nightmare".

Roanoke Nightmare è stato il programma di successo del 2015. Intenzionato a capitalizzare il successo, il network ha chiesto al produttore di creare un seguito della serie intitolato "Return to Roanoke: Three Days in Hell", in cui Sidney Aaron James (creatore e produttore delle due serie) ha intenzione di riunire tutti quelli che hanno vissuto veramente nella casa e gli attori che li hanno interpretati nello show, mettendoli tutti nuovamente insieme nella casa.

BiografiaModifica

Al mattino, dopo qualche ora di sonno, Audrey e Lee si risvegliano, ancora meravigliate di essere vive. Entrambe hanno ucciso delle persone la scorsa notte, e alla fattoria c'è un video che lo prova. Le donne sono così costrette a tornare alla casa dei Polk per potere distruggere quella registrazione. Uscendo per la porta principale, le donne incontrano Piggy Man. Le due iniziano a gridare, ma l'uomo si toglie la maschera rivelando di essere Dylan, l'attore che ha interpretato Ambrose White assieme a loro in "My Roanoke Nightmare".[1]

Dylan racconta a Lee e Audrey di essere rimasto in un motel negli ultimi tre giorni, nessuno rispondeva mai alle sue chiamate, nonostante le istruzioni di Sidney stabilivano che l'uomo avrebbe dovuto essere davanti alla casa con indosso il costume di Piggy Man e di certo Dylan non voleva perdere il suo lavoro a causa dei disordini all'interno della produzione. Sidney sarebbe dovuto intervenire all'interno della seconda stagione solo per smuovere un po' la situazione, che iniziava a diventare noiosa. L'uomo crede che le ferite e le cicatrici di Lee siano solo degli effetti di scena, così Audrey per convincerlo che tutto quello che è accaduto all'interno della casa è reale e che dei fantasmi li stanno perseguitando, gli mostra i cadaveri di Shelby e Dominic. Non si tratta più di recitare, ma di sopravvivere. Così Audrey, Lee, e Dylan decidono di fare ritorno alla fattoria dei Polk per recuperare le registrazioni e salvare Monet. Giunti alla fattoria il gruppo si divide, Dylan si occuperò di trovare un furgone con cui potere fuggire, Audrey di ritrovare Monet e Lee le registrazioni. Audrey ritrova Monet legata ad una sedia nella serra, la donna riesce a liberarla, ma proprio mentre stanno fuggendo, si ritrovano faccia a faccia con Ishmael Polk, deciso a vendicarsi per la morte della moglie. Nel frattempo, Lee riesce a trovare la videocamera, mentre Dylan viene pugnalato ripetutamente da Cain Polk sul furgone che era appena riuscito a procurarsi. Mentre Lee cerca il modo per cancellare le registrazioni dalla telecamera, Audrey spara in testa a Ishmael uccidendolo, e le donne corrono in cerca di salvezza verso il furgone recuperato da Dylan. Vedendo le fiaccole dei coloni di Roanoke in avvicinamento, Cain spinge giù dalla macchina il corpo ormai quasi senza vita di Dylan e fugge vie. Lee non potendo ormai fare più niente per aiutare Dylan, lo abbandona e fugge nei boschi mentre Audrey e Monet, arrivate pochi attimi dopo, ritornano alla casa.

Perdendosi tra i boschi, Sophie e Milo finiscono per ritrovarsi alla roulotte della produzione delle show, dove scoprono i cadaveri di Sidney e degli altri membri della produzione. Pochi secondi dopo si imbattono in Dylan. L'uomo è mortalmente ferito e trascinandosi, implora il loro aiuto, ma i ragazzi troppo spaventati, nonostante lo riconoscano come l'interprete di Ambrose, si rinchiudono all'interno della roulotte. Poco dopo, Sophie e Milo arrivano alla casa dei Miller e osservano Lee ricongiungersi con La Macellaia e i fantasmi degli altri coloni, gli spettri hanno rapito Dylan. L'uomo ormai in fin di vita, viene lentamente sventrato dalla Macellaia, morendo sul colpo. Mentre Sophie e Milo filmano la scena in diretta live streaming, i due vengono rapiti da Lee e portati al cospetto de La Macellaia. Contro la loro volontà, i ragazzi vengono fatti stendere a terra, e a partire dai loro deretani vengono impalati con delle pertiche di legno che fuoriescono dal loro corpo dalla parte superiore della spalla destra nel caso di Sophie e dal collo nel caso Milo. In fin di vita, i due vengono poi bruciati vivi e offerti in sacrificio agli antichi dei.

La mattina seguente, la polizia locale arriva a Roanoke e trova la carneficina compiuta all'interno e all'esterno dell'edificio. I cadaveri di Shelby, Dominic, Monet, Matt, Dylan, Sophie e Milo vengono così ritrovati.[2]

Durante un flashback del 15 Marzo 2016, l'intero cast principale di "My Roanoke Nightmare", insieme a Sidney, alle guest-star Rory Monohan e Ashley Gilbert, seguiti dai veri testimoni oculari delle esperienze paranormali Shelby, Matt e Lee; partecipa al Paleyfest dopo la conclusione della prima fortunatissima stagione del reality show. Tutti i fan presenti alla convection sono emozionati e sperano in una seconda stagione. Per Shelby rivedersi interpretata da Audrey è stato catartico; per Agnes sarebbe un onore entrare a fare parte della seconda stagione, desiderosa di mostrare di più del suo personaggio, La Macellaia; mentre Rory è semplicemente entusiasta di potere abbracciare le sue giovani fans, destando non poca gelosia agli occhi di Audrey. Lee invece, riceve una caricatura da una ragazza, che sostiene di supportarla in ogni sua scelta e che è decisa a difenderla da tutte le cose che vengono dette su di lei online. Dopo avere risposto alle domande del pubblico, il cast firma qualche altro autografo e la serata si conclude.[3]

Appare in (8/10)Modifica

Sesta Stagione (8/10)

NavigazioneModifica


References Modifica

  1. Episode: Chapter 8
  2. Episode: Chapter 9
  3. Episode: Chapter 10
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.