FANDOM


Hedda è uno dei personaggi ricorrenti della settima stagione di American Horror Story, ed è interpretato dall'attrice Jamie Brewer.


BiografiaModifica

Nel 1967, Valerie riunì un gruppo di persone simpatizzante con le sue idee, in una stanza del Chelsea Hotel di New York City, dove tenne un dibattito, una dichiarazione di intenti. Valerie racconta loro del suo S.C.U.M. Manifesto, un movimento di stampo femminista volto a rivalutare la figura della donna all'interno della società. L'idea di uccidere la maggior parte del genere maschile, sembrò catturare l'attenzione di molte uditrici, quali Bebe Babbitt. Soltanto gli uomini gay, sarebbero stati esentati, in quanto "traditori del loro genere".

Dopo essere stata ricoverata presso un ospedale psichiatrico di San Francisco, Solanas delineò gli ultimi obiettivi del suo movimento S.C.U.M. e raccogliendo nuove seguaci, programmò altri attacchi contro il genere maschile. Il merito di quegli attacchi però finirono per ricadere sul non ancora identificato Killer dello Zodiaco, un uomo.

Nel 1969, lo stesso Killer dello Zodiaco attraverso una lettera destinata al pubblico, ammise di avere commesso tutti quegli omicidi, mandando Valerie su tutte le furie. Nel 1973, i nuovi punti del suo manifesto non tolleravano più la presenza di alcun membro maschile all'interno del gruppo, neanche degli omosessuali, in particolare uno, un uomo di nome Maurice che, sfruttando il nome di Killer dello Zodiaco, si prese il merito del loro operato. L'uomo venne ucciso e smembrato poco dopo.

Solanas decise allora di presentarsi dalla polizia e costituirsi, attribuendosi il merito degli omicidi compiuti dal manifesto S.C.U.M. L'ufficiale però non credette alla sua confessione e la rispedì a casa. Il pensiero che un uomo potesse prendersi il merito delle sue azioni la fece impazzire e portò i suoi seguaci a perdere fiducia nei suoi insegnamenti e ad abbandonarla.[1]

Appare in (1/11)Modifica

Settima Stagione (1/11)

NavigazioneModifica


References Modifica

  1. Episode: Valerie Solanas Died for Your Sins: Scumbag
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.