FANDOM


Principale


Natacha Rambova è un personaggio ricorrente della quinta stagione di American Horror Story, ed è interpretato dall'attrice Alexandra Daddario. Natacha è la moglie del famoso attore degli anni '20, Rudolph Valentino. Nel 1925 durante una produzione a Los Angeles, Rudolph conosce Elizabeth Johnson. Tra i due c’è un’intesa palese, tanto più che diventano presto amanti. La loro passione viene condivisa anche con la moglie di Valentino, Natacha Rambova. I tre passano meravigliosi giorni d’amore ma proprio mentre Elizabeth si trova al Cortez, lontana dai due amanti, viene dato il tragico annuncio: Valentino è morto. In realtà l'uomo, assieme alla moglie, è stato infettato da un virus antico che lo rende immortale. Tornati da Elizabeth, moglie e marito scoprono che Elizabeth è stata data in sposa a James Patrick March, così decidono di partire per l’Europa e portare con loro anche la Contessa, infettandola. Tuttavia però nel 1940, per evitare di perdere la moglie, James intrappola i due amanti in una camera del suo hotel, costruendo una solida parete d’acciaio per evitare che i due riescano a liberarsi. Nel 2014 però i due riescono a liberarsi e adesso, meditano vendetta contro il Cortez.

BiografiaModifica

Quinta StagioneModifica

Flicker

Gli operai di Drake trovano un’enorme parete d’acciaio che intralcia i loro lavori, non era prevista nella planimetria ma Will ordina naturalmente di abbatterla. Pessima idea, se qualcosa viene nascosto forse è meglio lasciarlo tale. Lo scoprono a loro spese i poveri operai che vengono aggrediti da due Afflitti che ormai disidratati, poichè lontani dal sangue da decenni, sono più simili a zombie che altro, vestiti anni 20. I due sono Natacha Rambova e Rudolph Valentino, che attaccano i lavoratori e si nutrono di loro. La Contessa scopre l’accaduto e per la prima volta la vediamo spaventata, ricordandosi del legame affettivo che la lega alle due creature. Nel 1925 a Los Angeles una giovane Elizabeth inizia a lavorare a una produzione con l'attore Rodolfo Valentino. Tra i due c’è un’intesa palese, tanto più che diventano presto amanti. La loro passione viene condivisa anche con la moglie di Valentino, Natacha Rambova. I tre passano meravigliosi giorni d’amore ma proprio mentre Elizabeth si trova al Cortez, lontana dai due amanti, viene dato il tragico annuncio: Valentino è morto. La giovane ha perso il suo unico more ed è così disperata che decide di accettare l’unica offerta che le viene fatta: sposare James March. Tra i due chiaramente non c’è amore ma condividono una strana perversione per l’omicidio e la violenza. Tutto il mondo è ancora in lutto per il re del cinema e si diffonde una leggenda: una “signora in nero” porta ogni giorno un’unica rosa rossa alla tomba dell’attore. La donna è Elizabeth. Ma il vero grande colpo di scena deve ancora arrivare, perchè Rodolfo e Natacha sono vivi e infettati entrambi dal virus antico. I due fanno così ritorno da Elizabeth.

Durante il '900, il santo F.W Murnau, il più grande regista tedesco di film horror muti e il primo ad aver portato i vampiri sullo schermo. Il regista è ben consapevole che l’era del cinema muto è molto vicina alla sua fine, e con essa crolleranno anche i suoi miti, Valentino compreso. Sceglie perciò di vivere per sempre, ma di rinunciare anche alla carriera d’attore. Moglie e marito decidono di partire per l’Europa e portare con loro anche la Contessa, infettandola. Tuttavia ora c’è un quarto incomodo: March che, per evitare di perdere la moglie, intrappola i due amanti nell’hotel, costruendo quella famigerata parete d’acciaio. Ma ora i due sono liberi e dopo essersi nutriti e cambiati d’abito escono dal Cortez meditando vendetta.

She Wants Revenge

La Contessa scopre disperatamente la verità: durante tutti questi anni di dolore e rimpianti, il suo amato Valentino è sempre stato vivo ma sopratutto vicino a lei, senza che ne fosse consapevole. Elizabeth riflette sulla sua situazione attuale e si rende conto che ormai nella sua vita c'è posto solo per le persone per cui prova amore, e quindi va a cercare Valentino e Natasha. Ha intenzione di costruire il Cortez come riparo contro il mondo moderno per lei e Rudy, ma solo una volta che l'avrà ucciso. Litiga così con March e lo obbliga a ricostruire la parete impenetrabile come “regalo di nozze”. Le su ricerche di Valentino proseguono e finalmente i due secolari amanti possono ritrovarsi, anche se ora la Contessa mal sopporta la presenza di Natacha, e il sentimento è reciproco. Decide perciò di eliminare la concorrenza invitando la donna ad una “serata tra ragazze” che non promette nulla di buono.

She Gets Revenge

Elizabeth si reca nella nuova abitazione di Natacha. La musica, l'atmosfera e le parole giuste aiutano Elizabeth a riaccendere la passione in Natacha e le due donne ballano insieme. Dopo qualche bacio però Elizabeth estrae un pistola e le spara colpo in testa, uccidendola. Ora non ha più ostacoli davanti all’amato Valentino. Donovan però non è molto d’accordo al riguardo e si reca nella stanza dell’attore con l’intenzione di ucciderlo. Valentino lo sfida tirando fuori una spada ma naturalmente il ragazzo è molto più veloce, e lo sfigura con svariati colpi di pistola. Prima di sputare sul corpo ribadisce: “Io ho zigomi più belli comunque, belli da morire”. Senza temere la reazione della Contessa torna all’hotel e festeggia fumando sulle note di “Hotline Bling”.

ApparizioniModifica

American Horror Story: Hotel
"Checking In" "Chutes and Ladders" "Mommy" "Devil's Night"
Assente Assente Assente Assente
"Room Service" "Room 33" "Flicker" "The Ten Commandments Killer"
Assente Assente Appare Assente
"She Wants Revenge" "She Gets Revenge" "Battle Royale" "Be Our Guest"
Appare Appare Assente Assente

NavigazioneModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.