FANDOM


La Nona Stagione della serie televisiva American Horror Story, intitolata American Horror Story: 1984, è stata trasmessa in prima visione negli Stati Uniti d'America sul canale via cavo FX a partire dal 18 Settembre 2019 al 13 Novembre dello stesso anno. In Italia la stagione è stata trasmessa sul canale Fox Italia a partire dal 7 Novembre 2019.

TramaModifica

1948Modifica

Nel 1948, Lavinia Richter era una madre vedova di due figli, il maggiore Benjamin Richter e il figlioletto minore Bobby Richter. Il marito perse la vita durante gli eventi della seconda guerra mondiale. La donna accettò il lavoro di cuoca presso Camp Redwood quell'estate, allora conosciuto come "Camp Golden Star", in modo tale da riuscire a guadagnare qualche soldo e al tempo stesso garantire ai propri figli delle vacanze. Un giorno, mentre stavano lavorando, incaricò Benjamin di non perdere mai di vista Bobby. I due si recarono al lago e mentre Benjamin rimase ad osservare il bagnino intrattenersi in rapporti intimi con una campeggiatrice dietro a un cespuglio, Bobby si tuffò in acqua. Mentre nuotava nel lago, Bobby rimasto accidentalmente incastrato nell'elica di un'imbarcazione a motore, venne ucciso con la gola sgozzata.

La notte stessa, perdendo il lume della ragione, Lavinia rivendicò la morte del proprio figlioletto, trucidando e massacrando ogni campeggiatore e consulente di sesso maschile del campo. Benjamin, cogliendola in flagrante, tentò di farla ragionare, ma la madre, ritenendolo responsabile della morte del suo figlio preferito, tentò di ucciderlo a sua volta. Rincorso nei boschi, in un atto di autodifesa, Benjamin uccise la madre pugnalandola al ventre, riversando su quella terra il suo sangue pieno di rabbia e dolore, maledicendola. Il campo venne quindi chiuso, diventando una delle tante Bocche infernali sulla Terra.

1970Modifica

Una notte, Lavinia, divenuta una vendicativa e insofferente fantasma, percepì la presenza del figlio favorito, Bobby, al Campo Redwood, recentemente riaperto, ma rimase sconvolta nell'apprendere che si trattava in realtà di Benjamin, tornato al campo nel 1970 per trascorrere un'altra estate. Egli se ne stava in compagnia di Margaret Booth, una ragazzina che la donna definì sin da subito come "come completamente andata di testa". Lavinia le sussurrò quindi nel sonno di massacrare tutti i presenti come era accaduto molti anni prima e di fare incastrare Benjamin al posto suo in un atto di rappresaglia per la morte di Bobby. Benjamin venne così condannato e rinchiuso a vita presso il Red Meadows Asylum, un manicomio.

1980Modifica

Nel 1980, Donna Chambers scopre che suo padre, David Chambers, è un serial-killer sorprendendolo nell'atto di mutilare e uccidere una donna quando irrompe nel suo appartamento, sospettando che stesse già da tempo tradendo sua madre. Donna cerca di soccorrere la sconosciuta ma, per lei non c'è più niente da fare. Donna ha un confronto con il padre, che ammette la sua naturale inclinazione a uccidere prima di pugnalarsi con un coltello in gola e uccidersi. L'evento traumatizza talmente Donna da spingerla a studiare i serial killer per arrivare a comprenderli.

1983Modifica

Nel 1983, la giovane e ingenua Brooke Thompson stava per sposare il fidanzato, Joey. Sull'altare però, qualcosa andò storto e Joey la accusò di averlo tradito con il suo testimone di nozze, Sam Duke. Brooke negò tutto ma Joey accecato dalla rabbia, afferrò una pistola e uccise da prima Sam e poi anche il padre di Brooke, prima di arrivare a suicidarsi a sua volta. All'insaputa della giovane, Montana Duke, sorella del deceduto Sam, decise di prendersi la sua vendetta su di lei ingaggiando il killer-pluriomicida Richard Ramirez per ucciderla.

1984Modifica

Margaret Booth, l'unica sopravvissuta agli eventi di Camp Redwood, dopo essere riuscita a farla franca per più di dieci anni, intenzionata a ricommettere i suoi omicidi, decide di riaprire Camp Redwood, celando le sue reali intenzioni.

Donna Chambers prosegue il suo dottorato di ricerca in psicologia, con particolare attenzione sui serial killer e ciò che ha portato al drastico aumento della violenza e degli omicidi verso la fine degli anni '70. Durante la sua ricerca, Donna ha potuto intervistare diversi noti serial-killer quali John Wayne Gacy, William Bonin, alias Freeway Killer, Patrick Kearney, alias Trash Bag Killer e Robert Hansen, alias Butcher Baker. Arrivata al Red Meadows Asylum per fare lo stesso con Benjamin Richter, alias Mr. Jingles, discusse con lui dell'ascesa dei serial killer negli ultimi anni in America. Donna rimase così affascinata da lui da organizzare la sua fuga per poterlo studiare meglio all'interno del suo habitat naturale. Dopo aver rapito una certa infermiera di nome Rita infatti, che si stava dirigendo al Camp Redwood, Donna rubò la sua identità per dare di nuovo vita agli omicidi di Camp Redwood e tenerlo d'occhio.

Brooke Thompson si trasferisce a Los Angeles e si iscrive ad un corso di aerobica, dove fa la conoscenza di Xavier Plympton, Chet Clancy, Ray Powell e Montana Duke, pronti a trascorrere l'intera estate a Camp Redwood in veste di animatori e consulenti. Presa di mira dall'assassino Richard Ramirez senza alcuna apparente spiegazione, Brooke decide di seguire i suoi amici in questo nuovo viaggio nella speranza di seminare un po' di distanza tra lei e il pericoloso assassino.

La sera stessa del loro arrivo al campeggio però, un altro pericoloso assassino, il ben più noto Benjamin Richter, alias Mr. Jingles, evade dal Red Meadows Asylum per recarsi a Camp Redwood e prendersi la sua vendetta nei confronti di Margaret Booth, direttrice del campo, per averlo fatto incolpare per gli omicidi da lei commessi nell'estate del 1970. Mentre i ragazzi si rifugiano nei boschi per sottrarsi alla furia omicida dello psicotico assassino, Brooke cade vittima dei tranelli di Montana che ha assunto Ramirez per darle la caccia e ucciderla, e vendicare così la morte del fratello Sam, ucciso dall'allora fidanzato della ragazza in un atto di gelosia nel 1983. Intanto Margaret, che complotta per uccidere i ragazzi uno alla volta, Richter compreso, uccide da prima Chet per poi sbarazzarsi anche di Xavier. Ray invece, perde la vita a causa dello stesso Mr. Jingles. Ciascuno di loro, si risveglierà poco dopo nei panni di un fantasma.

Il sole sorge finalmente sul campo e un bus con a bordo dei bambini arriva a Camp Redwood. Montana e Brooke ingaggiano una furiosa lotta e Brooke finisce per uccidere Montana proprio sotto ai loro occhi. Margaret coglie allora l'occasione per fare ricadere l'intera colpa degli omicidi da lei commessi su Brooke che, impazzita, avrebbe finito con l'uccidere tutti quanti.

1989Modifica

Esattamente quattro anni dopo gli eventi di Camp Redwood di cui Margaret, Trevor Kirchner, Brooke e Donna sono gli unici sopravvissuti, Margaret è diventata un ricco magnate immobiliare rinnovando famigerati luoghi oggetto di famosi omicidi al fianco di Trevor, sopravvissuto al suo tentativo di omicidio. Dopo essersi svegliato dal coma infatti, decise di non raccontare la verità su Margaret in cambio dei suoi soldi, anche se, il pensiero che Brooke si prendesse tutta la colpa, lo disgustava. Ma i piani di Margaret sono ben diversi perché, acconsentendo ad un matrimonio civile, Trevor non potrà mai testimoniare contro il coniuge. Nonostante questo però, gli promette in cambio tutti i soldi che desidera. Nel frattempo, Margaret individua Camp Redwood come suo prossimo progetto da riportare a nuovo, riprogrammando la sua apertura.

Benjamin Richter intanto si è risposato, e usando la nuova identità di Donald, si trasferisce in Alaska, dove cresce amorevolmente il suo bambino. Qui però, apprende dai notiziari che Camp Redwood sta per riaprire. Una sera Benjamin, tornato a casa tardi dal lavoro, ritrova il cadavere della moglie Lorraine in cucina e un biglietto da parte di Ramirez, che è uscito di prigione con l'aiuto di Satana. Richter affida il figlio Bobby a Lizzie e se ne va, intenzionato a uccidere Ramirez e a mettere la parola fine su Camp Redwood.

Brooke, ritenuta colpevole di tutti i capi d'accusa, viene condannata alla pena di morte nella prigione statale di San Quentin. Scortata nella sala delle esecuzioni e osservata attraverso uno schermo di vetro da Margaret e Trevor, Brooke proclama ancora una volta la sua innocenza e promette a Margaret che la vedrà bruciare all'inferno per tutto quello che ha fatto. Brooke viene quindi legata mentre una persona incappucciata, vestita di nero dalla testa ai piedi, le somministra l'iniezione letale. Brooke muore poco dopo e Margaret e Trevor assistono alla sua esecuzione, ma la donna, non la ritiene per niente soddisfacente. Nei sotterranei della sala crematoria, l'esecutore incappucciato di Brooke, sottopone il cadavere della ragazza a un'iniezione di adrenalina e questa, ancora viva riapre immediatamente gli occhi, ricominciando a respirare. L'esecutore incappucciato, si sfila quindi la sua maschera: non è altri che Donna.

Benjamin incontra nuovamente gli spiriti dell madre Lavinia e del fratellino Bobby, suicidandosi per potere rimanere per sempre con loro. Aiutata da Donna, Brooke fa quindi ritorno a Camp Redwood per uccidere Margaret. Trevor intanto si ricongiunge con Montana, disposto a morire pur di rimanere per sempre al suo fianco e amarla ogni giorno.

Donna e Brooke prendono d'assalto con l'aiuto degli altri fantasmi lo chalet in cui Margaret si rifugiava. Donna la accoltella ad un braccio, ma nel momento stesso in cui si accinge a finire Margaret, viene rapidamente sopraffatta. Brooke la sbatte allora contro uno specchio e la pugnala. Margaret però riesce ad afferrare la sua pistola e a spararla ad un fianco. Donna, pensando che l'amica sia morta, lascia ai fantasmi il compito di finire l'opera e fugge via. Xavier e Chet la afferrano per mani e gambe, e dopo averla smembrata, una volta fuori dai confini della proprietà, lanciano le sue membra nella cippatrice, conservando la testa per ultima. Ma poiché decapitata e il cervello sopravvive soltanto trenta secondi in mancanza di ossigeno e sangue, la donna muore all'interno del campo prima che la sua testa possa venire triturata nella cippatrice.

Mentre Brooke sta giacendo sanguinante e ferita, viene ritrovata dal fantasma di Ray. Brooke lo supplicò di non lasciarla morire a Camp Redwood e lui fece del suo meglio per aiutarla a sopravvivere. Brooke si dispiace che Ray sia legato a quella terra ma lo ringrazia per averle salvato la vita. I due si scambiano un ultimo bacio poi Brooke attraversa la linea di confine, accasciandosi morente contro il terreno poco dopo. Qualcuno doveva avere chiamato i soccorsi perché il giorno dopo, si risvegliò in ospedale.

2019Modifica

Nel 2019, un giovane ragazzo sulla trentina, il giovane Bobby Richter II giunge a Camp Redwood, adesso abbandonato, per indagare sul suo passato. Il giovane è intento a scattare foto in giro quando viene sorpreso dal fantasma di Montana Duke. La ragazza gli domanda che anno sia e cosa sia quell'oggetto con il quale si sta trastullando. Inizialmente sorpresa, Montana lo invita immediatamente a lasciare il luogo prima che gli altri fantasmi lo uccidano. Il giovane però, alla ricerca del padre biologico, rifiuta. Le rivela di chiamarsi Bobby Richter e Montana si rende conto che lui deve essere proprio il figlio di Benjamin Richter.

All'interno di una cabina, Bobby attraverso un raccoglitore di fotografie rivela alla ragazza di assomigliare molto a Montana Duke, una donna che perse la vita a Camp Redwood nel 1984. Montana gli conferma di essere proprio lei, ma Bobby inizialmente non le crede, perché, se fosse ancora viva, dovrebbe avere all'incirca cinquant'anni. Dal nulla appare anche Trevor Kirchner che Bobby riconoscere immediatamente essere l'uomo che ha sposato Margaret Booth. Anche lui, inspiegabilmente, non sembra invecchiato neanche di un anno. Bobby spiega loro di aver vissuto con la zia Lizzie per tutto questo tempo, o almeno fino a quando la donna non morì nel 2018. Lizzie aveva rivelato a Bobby che la sua vera madre, Lorraine, era stata assassinata e che suo padre, Benjamin Richter, si era recato a Camp Redwood per vendicare la sua morte. Bobby svela inoltre che, per tutti questi anni, ha sempre ricevuto degli assegni anonimi. Montana gli rivela però che Benjamin Richter è morto molto tempo fa e che nessuno dei fantasmi lo ha mai più visto da allora. Bobby non si beve la storia dei fantasmi, e così, i due decidono di dargli prova della propria natura, uccidendosi l'una con l'altro e tornando rispettivamente dalla morte ogni volta. Cogliendo la confusione nei suoi occhi, Montana e Trevor decidono di raccontargli cosa successe la notte di Halloween del 1989.

Nello stesso momento però, l'assassino Richard Ramirez riesce finalmente a liberarsi dalla prigionia degli altri spiriti e venendo a conoscenza dell'esistenza del figlio di Benjamin, Bobby II, si mette in testa di ucciderlo con le proprie mani. Mentre Trevor lo tiene impegnato, Montana costringe il ragazzo ad abbandonare il campo per la sua stessa salvezza, e lo indirizza verso il manicomio vicino. Ramirez continuerà ad essere ucciso ancora e ancora per il resto della sua esistenza.

Al manicomio, Bobby incontra Donna, l'unica sopravvissuta agli eventi del 1989, che gli racconta che quella notte, i fantasmi uccisero brutalmente Margaret ma, che per riuscirci, un'altra ragazza dovette perdere la vita: Brooke Thompson. Donna e Bobby però, grazie all'indirizzo sugli assegni che il ragazzo riceve mensilmente, scoprono che Brooke è ancora viva, sopravvissuta grazie all'aiuto di Ray.

Di ritorno al campo dopo avere scoperto tutta la verità, Bobby si imbatte proprio nel fantasma di Margaret Booth, che credeva deceduta molti anni prima. Margaret gli rivela però di essere morta l'esatto momento prima che il taglialegna sputasse fuori la sua testa. La donna cerca di ucciderlo, ma viene fermato dal fantasma di Richter, suo padre, che compare sulla scena per ucciderla e salvarlo. I due si abbracciano ma il momento ha breve durata perché Margaret, risvegliandosi e affermando a tutti costi di volere essere l'ultima sopravvissuta, uccide da prima Richter e poi cerca di uccidere anche Bobby. Il fantasma di Margaret viene però fermato dagli spiriti del luogo, mentre Montana, Trevor, il padre Richter e la nonna Lavinia gli permettono di attraversare sano e salvo la linea di confine e scappare. In lacrime, Bobby si volta a guardarli per un'ultima volta.

Personaggi e InterpretiModifica

Cast PrincipaleModifica

Cast RicorrenteModifica

Special Guest Cast Modifica

Guest Cast Modifica

  • DeRon Horton nel ruolo di Ray Powell
  • Orla Brady nel ruolo della Dottoressa Karen Hopple
  • Tara Karsian nel ruolo della Cuoca Bertie
  • Todd Stashwick nel ruolo di Blake
  • Spencer Neville nel ruolo di Joey Cavanaugh
  • Zach Tinker nel ruolo di Sam Duke
  • Dreama Walker nel ruolo di Rita
  • Tim Russ nel ruolo di David Chambers
  • Tanya Clarke nel ruolo di Lorraine Richter
  • Connor Cain nel ruolo del giovane Benjamin Richter
  • Stefanie Black nel ruolo di Stacey Phillips

EpisodiModifica

GalleriaModifica

CuriositàModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.