FANDOM


La Settima Stagione della serie televisiva American Horror Story, intitolata American Horror Story: Cult, verrà trasmessa in prima visione negli Stati Uniti d'America sul canale via cavo FX a partire dal 5 Settembre, 2017. In Italia, la stagione è inedita. Le riprese della settima stagione sono iniziate il 24 maggio 2017 a Los Angeles. La stagione è composta da un totale di 11 episodi.

TramaModifica

1967:Modifica

Nel 1967, Valerie riunì un gruppo di persone simpatizzante con le sue idee, in una stanza del Chelsea Hotel di New York City, dove tenne un dibattito, una dichiarazione di intenti. Valerie racconta loro del suo S.C.U.M. Manifesto, un movimento di stampo femminista volto a rivalutare la figura della donna all'interno della società. L'idea di uccidere la maggior parte del genere maschile, sembrò catturare l'attenzione di molte uditrici, quali Bebe Babbitt. Soltanto gli uomini gay, sarebbero stati esentati, in quanto "traditori del loro genere".

1968:Modifica

Il 2 giugno 1968, Valerie si reca sul set di un film per riavere indietro da Andy Warhol, la sceneggiatura del film che ha scritto. L'uomo però, per farle un dispetto, le dice di averla perduta e che alle donne non dovrebbe essere permesso di esprimere la propria creatività. Valerie viene così scortata fuori dal set con la forza. Il 3 giugno 1968, sul retro di un'auto parcheggiata, Valerie Solanas si prostituisce con un uomo per un prezzo di prestazione pattuito per essere solamente di $10 dollari, i soldi necessari da consentirle di comprare dei proiettili per uccidere Andy Warhol. Solanas carica la sua pistola in un montacarichi, ritrovandosi poco dopo faccia a faccia con lo stesso Warhol. La donna lo rincorre fino al set, riuscendo infine a spararlo allo stomaco.

Dopo essere stata ricoverata presso un ospedale psichiatrico di San Francisco, Solanas delineò gli ultimi obiettivi del suo movimento S.C.U.M. e raccogliendo nuove seguaci, programmò altri attacchi contro il genere maschile. Il merito di quegli attacchi però finirono per ricadere sul non ancora identificato Killer dello Zodiaco, un uomo.

1969:Modifica

Nel 1969, lo stesso Killer dello Zodiaco attraverso una lettera destinata al pubblico, ammise di avere commesso tutti quegli omicidi, mandando Valerie su tutte le furie. Nel 1973, i nuovi punti del suo manifesto non tolleravano più la presenza di alcun membro maschile all'interno del gruppo, neanche degli omosessuali, in particolare uno, un uomo di nome Maurice che, sfruttando il nome di Killer dello Zodiaco, si prese il merito del loro operato. L'uomo venne ucciso e smembrato poco dopo.

Solanas decise allora di presentarsi dalla polizia e costituirsi, attribuendosi il merito degli omicidi compiuti dal manifesto S.C.U.M. L'ufficiale però non credette alla sua confessione e la rispedì a casa. Il pensiero che un uomo potesse prendersi il merito delle sue azioni la fece impazzire e portò i suoi seguaci a perdere fiducia nei suoi insegnamenti e ad abbandonarla. Rimasta tutta sola, contrasse la polmonite e iniziò ad immaginare Andy Warhol che la derideva per il suo aspetto e per la sua eredità. Nel corso dei successivi anni, mentre sempre più membri abbandonavano il suo movimento, la schizofrenia di Valerie peggiorò al punto da spingerla a immaginare Warhol farle visita per offenderla nel bel mezzo della sua cucina. Una sera, Valerie ebbe l'ennesima allucinazione. Piena di rabbia e stanca di essere continuamente screditata dall'uomo, Valerie si lanciò contro di lui, finendo per cadere e sbattere la testa contro un baule, morendo sul colpo a causa di un'emorragia interna.

2014:Modifica

Nel 2014, la madre di Kai e Winter, in seguito alle continue vessazioni del marito, perse la ragione, uccise il marito (suo padre) e poi si suicidò. Kai, disperato, si rivolsero al fratello maggiore, al tempo ancora al college, il Dr. Vincent. Quest'ultimo, per evitare loro problemi da un punto di giudiziario e permettergli di percepire ancora la pensione di invalidità del padre, decise di lasciare i corpi dei genitori a decomporsi nella loro camera da letto, cospargendoli di soda caustica. Tutto ciò si verificò ad insaputa di Winter, che, tornata dal college, rimase disgustata dalla decisione intrapresa dai due.

2016:Modifica

In seguito al dibattito ufficiale tra Donald Trump e Hillary Clinton prima delle elezioni presidenziali, Kai Anderson viene inviato in seduta da una terapeuta con lo scopo di riuscire a controllare i suoi attacchi di rabbia, in particolar modo nei confronti delle donne. La terapista in questione, tale Bebe Babbitt, l'amante di Valerie Solanas, incitò Kai ad entrare in politica perseguendo ideali estremi e violenti, in modo tale da riuscire a scatenare l'ira del genere femminile e farle finalmente scendere in campo e combattere per i loro diritti.

Durante le settimane precedenti alle elezioni, Winter Anderson, membro di un comitato pro-Hilary, venne molestata, nel corso di una manifestazione, da Gary Longstreet, un fervido sostenitore di Trump. Ivy, accorrendo in suo soccorso, suggerì alla ragazza di vendicarsi. Le due, per impedirgli di recarsi al seggio elettorale il giorno delle elezioni e votare, lo legarono quindi in un seminterrato. Tornata a casa, Winter raccontò al fratello di quanto bene si fosse sentita nel fare del male a qualcuno. In segreto della sorella però, Kai libera Gary e dopo avergli sbattuto in faccia una serie di umiliazioni da lui subite a causa dell'amministrazione democratica di Obama, porgendogli una sega attraverso la quale potrà dimostrare tutta la sua fedeltà alla causa di Trump per mezzo di un ultimo sacrificio finale: l'amputazione del braccio che lo lega al tubo a cui Ivy e Winter lo hanno legato. Ancora sanguinante, l'uomo raggiunge il seggio elettorale pur di votare, sbandierando ai quattro venti il moncherino rimasto del braccio tagliato.

Qualche mese più tardi, Kai Anderson si guadagnò con astuzia le attenzioni dei frustrati coniugi Wilton facendo leva sul bisogno di attenzioni della donna (Meadow) e sul senso di costante repressione di Harrison, in realtà omosessuale. L'uomo, istruttore di una palestra, viene infatti costantemente maltrattato dal suo datore di lavoro, l'omofobo Vinny, che continua a maltrattarlo a causa del suo orientamento sessuale, facendogli svolgere le mansioni più meschine, come lavare dai pavimenti lo sperma dei clienti nelle docce. Iscrittosi in palestra per avvicinarsi ad Harrison, Kai motiva l'uomo a ribellarsi alla costanti angherie cui è sottoposto. In un impeto di rabbia, mentre Vinny è occupato ad allenarsi sollevando dei pesi, Harrison arriva quindi a soffocarlo, per poi infierirgli il colpo finale mediante il peso stesso. Dando prova a Kai di averlo ucciso, ancora coperto del suo sangue, il ragazzo, come premio, lascia che Harrison lo masturbi nelle docce. In seguito, i due si sbarazzarono del suo cadavere e delle registrazioni dell'accaduto.

Nel periodo di dicembre però, il cadavere di Vinny venne ritrovato in una discarica. A condurre il servizio televisivo del caso, venne assegnata la giornalista Beverly Hope. Kai ricorda alla perfezione il volto della giornalista in quanto la donna era spesso stata vittima di abusi misogini da parte di disturbatori durante i suoi servizi televisivi. All'ennesima caricatura da parte di un gruppo di ragazzi, la donna reagì con violenza in diretta per poi accettare di farsi ricoverare volontariamente presso una clinica psichiatrica.

Determinato ad avere Beverly Hope dalla sua parte, il candidato al Consiglio Cittadino Kai Anderson la raggiunge e durante la loro conversazione, scopre quanto Beverly sia frustrata e vessata dal fatto che una sua collega civettuola, stupida e superba, la giovane Serena Belinda, stia facendo carriera al posto suo grazie a continui rapporti sessuali con i capi della testata. Per guadagnarsi la fiducia di Beverly, durante un servizio giornalistico condotto da Serena Belinda, Kai inscena l'omicidio della ragazza. Così invia alcuni dei suoi sottoposti, vestiti da clown, ad uccidere lei e il suo cameraman in diretta televisiva con una serie di pugnalate allo stomaco. Appreso del tragico omicidio della collega, Beverly accetta di allearsi con Kai Anderson, entrando a fare parte della sua setta assieme ai coniugi Harrison e Meadow Wilton. Insieme, i tre inscenano l'omicidio dei coniugi Chang in modo da insediarsi nel quartiere di Brookfield Heights, Michigan, e permettere al ragazzo di aggiudicarsi il posto di Consigliere Comunale.

La sera dell'8 novembre del 2016, durante la notte delle elezioni presidenziali americane, Kai e la sorella Winter assistono in diretta nazionale all'elezione del quarantacinquesimo presidente americano. Kai Anderson gioisce per l'elezione di Trump, l'uomo che aveva votato e gongola della situazione con la sorella Winter, che da buona femminista e attivista sociale, aveva votato per Hilary Clinton.

Durante l'ennesima delle sue proposte al consiglio cittadino, Kai viene di nuovo attaccato per i suoi ideali estremisti. Il giovane è convinto infatti che, l'unico modo per controllare le masse, sia quello di fare leva sulle paure delle persone. I membri del consiglio bocciano le sue idee razziste in merito alla comunità ebraica e Kai abbandona l'aula molto arrabbiato. In preda ad un attacco, Kai decide di aggredire un gruppo di uomini ispanici incontrati casualmente per strada, lanciandogli contro un preservativo riempito delle sue urine. Dopo i primi insulti, gli uomini reagiscono in maniera violenta alla sua provocazione, e lo pestano a sangue. Qualcuno in lontananza però, filma il video e lo posta sul web, facendolo passare per una vittima innocente.

Winter Anderson, dopo aver sostenuto un colloquio con Ally ed Ivy, nonostante la prima non sia molto convinta, viene scelta per badare a loro figlio e aiutarlo nei compiti. Seguendo le idee malate del fratello, Winter cerca di educare Oz alla cultura della paura e della violenza, e accendendo il computer, gli mostra una serie di immagini cruente che ritraggono aggressioni e scene del crimine. Dopo di che, passa ai video di violenza.

Il video del pestaggio di Kai ad opera di una pericolosa banda messicana che il ragazzo aveva provocato, diventa virale e permette al giovane di scendere in politica, con l'obiettivo di candidarsi al posto del defunto consigliere comunale Chang. L'evento ha delle tragiche ripercussioni sociali.

Meadow viene avvicinata da Kai Anderson, che la invita ad unirsi alla sua setta segreta allo scopo di diffondere la paura di massa e scatenare così il caos politico nel quartiere. Meadow gli confessa di non sentirsi amata dall'uomo che ha sposato, sostenendo che Wilton prediliga la compagnia del genere maschile e che si sia trovato un nuovo compagno. Harrison rivela invece a Kai che il suo più grande rammarico è stato sposare Meadow, non desiderando altro che vederla morta. Più tardi, lo stesso Harrison trascorre una serata "romantica" in compagnia del detective Samuels, in segreto suo amante.

Durante un dibattito cittadino, Kai espone al pubblico i suoi ideali politici, venendo però interrotto nel mezzo del suo discorso da una giornalista infuriata, tale Sally Keffler, la quale, evidenziando l'inesperienza e i l'incompetenza del ragazzo, decide di candidarsi al seggio vacante del Consigliere Comunale Chang, come sua avversaria. La donna guadagna sin da subito un grande consenso ma Kai, che non sopporta l'idea di perdere contro una donna, decide di organizzare il suo omicidio servendosi della sua setta, composta da Beverly, Harrison, Gary, Samuels, Ivy e Winter per commettere il brutale atto.

Dopo di che, per guadagnarsi l'appoggio del pubblico, Kai si fa sparare da Meadow, una sua sottoposta, durante un rally politico, in modo tale che i media locali lo possano dipingere come "vittima" del sistema. Una volta esaurito il suo compito, Kai costringe Meadow a suicidarsi. Ally, sul luogo per cercare di fermare Meadow, viene ritrovata dalla polizia con la pistola fumante in mano e portata via in manette

Una volta rilasciato dall'ospedale, Kai riesce a vincere le elezioni comunali.

2017:Modifica

L'anno successivo, uscita dal manicomio, determinata a riprendere il controllo sulla sua vita e ad ottenere l'affidamento di Oz, decide di unirsi alla setta criminale di Kai e mette in atto la propria vendetta contro Ivy.

Kai va a trovare il fratello Vincent presso il suo studio clinico, furioso che il fratello non si andato a fargli visita in ospedale neanche una volta dopo lo sparo ricevuto. Quest'ultimo si congratula con cui per la recente elezione e, intenzionato ad aiutarlo, lo informa che una delle sue pazienti, una certa Ally, ex-moglie di Ivy, una dei membri della sua setta, potrebbe stare cospirando contro di lui.

Kai è consapevole che le sue alleate gli abbiano disobbedito e che stiano complottando contro di lui. Contro ogni aspettative però il ragazzo non è arrabbiato ma, al contrario, lusingato e propone alla sorella Winter un ultimo tentativo per provargli la sua fiducia: essere la madre di suo figlio. Per evitare un rapporto incestuoso fra di loro però, Kai coinvolge anche nell'atto il detective Samuels, che avrà un rapporto con Winter nello stesso momento in cui Kai lo starà avendo con lui. Quest’ultima, nonostante l’incredulità e il disgusto iniziale, avendo paura di ciò che il fratello potrebbe farle se solo si rifiutasse, decide comunque di accettare. Samuels, apertamente omosessuale, riesce ad eccitarsi grazie alle nudità di Kai, ai suoi baci e alle sue carezze ma, nel momento stesso in cui è chiamato a penetrare la ragazza, rivoltato dal corpo femminile, arresta il tutto. La stessa Winter, rivolta dal fratello, decide di abbandonarlo per sempre.

Ally scopre che il suo terapista, il dottor Rudy Vincent, è in realtà il fratello maggiore di Kai e di Winter, e osservando il tutto con maggiore chiarezza e obiettività, recupera la propria sanità mentale. Era infatti interesse di Kai che il terapista la mantenesse in quella condizione di costante terrore e paura, in modo da averla sempre in pugno. Ally ha quindi un incontro segreto con Kai, in cambio della sua lealtà però, il ragazzo dovrà prometterle la custodia del figlio Oz e dovrà assicurarle la moglie della ex-moglie Ivy. Ally mette inoltre al corrente Kai del fatto che il fratello maggiore, Vincent, abbia intenzione di tradirlo e denunciare i suoi crimini alla polizia. Kai è quindi costretto a sbarazzarsi di lui, uccidendolo. Durante una passeggiata in macchina, Samuels racconta a Winter di quando conobbe Kai e di come fu proprio il ragazzo a fargli capire di essere in realtà omosessuale. Dopo averlo beccato a spacciare droga in un vicolo infatti, Samuels promise che non lo avrebbe denunciato in cambio della metà dei ricavi e di un pompino. In seguito ad un rapporto sessuale consumato con lo stesso Kai, Samuels gli promise eterna fedeltà, entrando a fare parte della sua setta criminale.

Ultimamente però, Samuels ha sviluppato dei dubbi circa la sua reale sessualità e abbracciando la possibilità di potere essere in realtà eterosessuale, tenta di avere un rapporto con lei. All'ennesimo rifiuto da parte della ragazza, Samuels tenta di forzarla avere un rapporto con lui, violentandola. Per legittima difesa, Winter è costretta ad ucciderlo con un colpo di pistola. Per coprire il suo crimine, Winter inventa che in realtà sia stata Beverly ad uccidere il detective, che Kai fa rinchiudere in uno stanzino in attesa della sua punizione. Dopo di che introduce al resto del gruppo il nuovo membro della loro setta: Ally Mayfair-Richards.

Ally ed Ivy si riuniscono per la prima volta dopo tanto tempo per una cena romantica e le domanda spiegazioni riguardo le reali motivazioni che l'hanno spinta a fare di tutto per farla uscire fuori di testa, facendo emergere un nuovo lato della personalità di Ally, piena di rabbia e vendicativa, sebbene cerchi di non darlo a vedere, mantenendosi il più calma possibile. Ally e Ivy discutono insieme del proprio futuro, e convinta che la ex-moglie l'abbia perdonata per tutto ciò che le ha fatto, Ivy si incontra per un'ultima volta con Winter.

Ally complotta perché nella cartella del donatore di sperma di Oz risulti che Kai è il vero padre in modo da tenere il figlio al sicuro e manipolare Kai. Dopo di che, Ally compie la sua vendetta finale ed avvelena mortalmente Ivy con dell'arsenico, incolpandola di avere introdotto Kai nelle loro vite e di avere distrutto la loro famiglia, che muore sul colpo, in preda agli spasmi.

Subito dopo, Ally invita Kai per una cena, informandolo di avere ucciso la ex-moglie e di aver scoperto che Oz è in realtà suo figlio. Un’opportunità irripetibile per il ragazzo, che ora ha finalmente l'occasione di procreare un erede. Ora che Ivy è morta, loro tre potranno essere una vera famiglia. In questo modo, Oz è salvo dalla sua follia e Ally ha un potere maggiore su di lui. Successivamente Ally e Kai ripongono il cadavere di Ivy nella camera matrimoniale degli Anderson, dove si trovano i cadaveri dei suoi genitori e quello del fratello maggiore Vincent.

Kai, dopo essere diventato Consigliere Comunale organizza un rally politico per incitare i cittadini di Brookfield Heights ad eleggerlo senatore. Durante il rally però, un gruppo di protestanti attacca Kai e i suoi uomini, bollando gli ideali del giovane come estremisti e fascisti. Le idee estremiste di Kai diventano l'argomento principale di discussione dei notiziari locali, provocando una forte opposizione che, alimentata dal senatore Jackson, invita i cittadini a non appoggiare il candidato Kai Anderson. Il ragazzo, preso da una forte ira, racconta a Gary e al suo esercito di uomini un esempio di grande virilità: la storia di Charles Manson e dei suoi numerosi omicidi in nome del potere. Tali omicidi vennero però in realtà commessi dai membri della "famiglia Manson" tali Susan Atkins, Linda Kasabian, Patricia Krenwinkel e Tex Watson.

Bebe invita Kai Anderson a sbarazzarsi di uno dei suoi alleati, Gary Longstreet, spingendo l'uomo a protestare contro le donne e l'aborto spontaneo presso un ospedale specializzato per gli aborti per uccidere varie donne. L'uomo viene ucciso e sventrato dalle nuove reclute di Kai, che la mattina seguente, espongono il suo cadavere di fronte alle porte dell'ospedale. Adesso che l'uomo si è macchiato del peccato più grande, portando alla ribellione del genere femminile, Bebe è più che decisa a sbarazzarsi di Kai, uno stupido burattino tra le sue mani. La donna tira fuori una pistola per uccidere Kai, ma prima che possa sparargli, viene uccisa alle spalle da Ally che in questo modo, si guadagna la fiducia totale di Kai.

Spinto da Ally, Kai uccide la sorella dopo che questa ha tradito per l'ennesima volta la sua fiducia, soffocandola a morte.

Collaborando con i servizi segreti e installando una cimice in soggiorno, Ally riesce ad incriminare Kai e farlo arrestare. La vita di Ally, dopo essere riuscita a fare incolpare lo stesso Kai per la morte di Ivy, ricomincia daccapo: decide di scendere in politica, candidandosi contro il senatore Jackson, proprio come voleva fare Kai.

Dal carcere, Kai assiste alle mosse di Ally ed elabora un piano per uscire di prigione e ucciderla, presentandosi al dibattito politico di Ally contro Jackson. Kai però viene ucciso con un colpo di pistola alla testa da Beverly Hope, un'alleata di Ally. Divenuta senatrice, Ally ha preso inoltre il posto di Bebe Babbitt a capo del movimento femminista estremista S.C.U.M. creato da Valerie Solanas.

Personaggi e InterpretiModifica

Personaggi PrincipaliModifica

Special Guest CastModifica

Guest CastModifica

EpisodiModifica

GalleriaModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.