FANDOM


Vengo quando invocata. È quello che faccio, Jude. Non giudico. Non giudico mai.

—Shachath a Jude Martin


Sei pronta per me?

—Shachath a Grace Bertrand


Il diavolo è a Briarcliff, Timothy e dimora il corpo della tua suora preferita. Proteggi i tuoi pensieri, usa il tuo rosario. Ogni perla è il Suo nome. Questo è il tuo momento, Timothy.

—Shachath a Timothy Howard

Shachath è uno dei principali personaggi ricorrenti della seconda stagione di American Horror Story, ed è interpretato dall'attrice Frances Conroy.

Nel 1965, Shachath è l’Angelo della Morte invocato presso il manicomio di Briarcliff dai degenti per alleviare le loro pene e il loro senso del dolore. Appare a diversi internati della struttura che desiderano la morte, quali Lana Winters, Grace, Timothy Howard e Jude Martin. La prima delle anime a fare sua è quella di Grace Bertrand. Scoperto che Mary Eunice McKee è posseduta dal demonio, suo primo cugino e angelo caduto, fa ritorno a Briarcliff per domandare al monsignor Howard di liberarla dalla sua possessione, uccidendola. Nel 1964 prende così l’anima di suor Mary Eunice dopo che il monsignore l'ha spinta giù dalla balconata. Assieme all'anima dell'innocente giovane donna, Shachath prende con sé anche lo spirito del cugino, sottraendo il manicomio alla sua malvagità.

Nell’arco della vita di Jude Martin, le è apparsa per un totale di tre volte: la prima, durante il suo primo tentativo di suicidio dopo che il fidanzato l'aveva lasciata dopo averla resa sterile a causa di una malattia venerea che lui stesso le aveva trasmesso; la seconda, durante il suo secondo tentativo di suicidio, dopo aver investito Missy; e la terza e ultima volta, nel 1964 dopo avere lasciato Briarcliff e avere trovato Sam Goodman assassinato nel suo appartamento. Alla fine, prende l'anima di Jude nel 1971.

BiografiaModifica

Tumblr e3c0b20224b38c907d36176625f8fab6 5d750837 500

Shachath prende l'anima di un internato.

Nel 1964 un paziente di Briarcliff, invasato da uno spirito misterioso si taglia le vene e col suo sangue incide una scritta sulle pareti delle cucine. Mary Eunice, posseduta dal demonio, riconosce quelle parole e inorridisce: sono le parole che servono ad invocare Shachath. Poco dopo infatti, riceve la visita di Shachath, l'angelo della morte e un tempo suo cugina. La donna percepisce la vera Mary Eunice gridare dal suo interno in cerca di aiuto implorando la morte, ma il demonio si dimostra più che intenzionato a tenersi quel corpo. La vera sorella Mary Eunice si libera temporaneamente dal controllo del demone e prega l'angelo di liberarla, ma viene rapidamente messa a tacere dall'impaziente demone. Shachath promette che si incontreranno di nuovo in futuro e se ne va.

Tumblr 4926b4d04167e20524164397848b4512 5d1a7de9 540

Shachath prende con sé l'anima di Grace Bertrand.

Nel corso della giornata, appare anche ad altri residenti del manicomio di Briarcliff, quali suor Jude, Lana Winters e Grace; tutti accomunati da un unico desiderio: la morte. Thredson stupra Lana che inizia così a vedere Shachath, l'angelo nero, ma lei si rifiuta di morire. Suor Jude trascorre il resto della serata nel ristorante del motel. Quella notte le appare Shachath ad aspettarla, l'angelo della morte. L'angelo è lì per aiutarla a trovare la pace, ma Jude le risponde di avere ancora un'ultima cosa da portare a termine in questa vita. Jude decide allora di andare a fare visita ai genitori di Missy, la bambina che aveva investito un paio di anni fa e credeva di avere ucciso. Alla fine, baciandola sulla bocca, Shachath si porta via con sé l'anima di Grace.[1]

Tumblr oxy2heIHAH1qczbido4 r1 540

Shachath prende l'anima di Mary Eunice McKee.

Shachath appare a Timothy Howard nel santuario mentre l'uomo è stato crocifisso sulla croce. Timothy la supplica di aiutarlo, e lei risponde con un semplice "Sono qui".[2] Shachath non pone fine alla sofferenza di Timothy prendendosi la sua anima, ma liberandolo, loro esorta a scacciare il diavolo che possiede suor Mary Eunice. Il Monsignore finisce così per lanciare Mary Eunice oltre la balaustra, tramortendola sul colpo. Prima che esali l'ultimo respiro, l'angelo della morte le fa visita e baciando la donna, porta via con sé sia la sua anima innocente che il diavolo.[3]

Tumblr oxy2heIHAH1qczbido6 r1 540

Shachath prende l'anima di Jude Martin.

Nel 1968, Jude assume la nuova identità che Monsignor Howard le ha assegnato, passando sotto il nome di Betty Drake per proteggerla e diventa amica della microcefala Pepper. Nel frattempo, Briarcliff divenuta la nuova casa di un carcere per detenute ed una donna che ricorda molto le sembianze di Shachath, cioè l'Angelo della Morte, diventa la sua nuova compagna di stanza. La donna vorrebbe terrorizzarla, abusare fisicamente di lei, fino a renderla la sua sgualdrina. Jude, in preda al panico e alle allucinazioni dopo avere accidentalmente aggredito la nuova compagna di stanza, viene convocata dall'ufficio della dottoressa Miranda Crump, l'amministratrice del manicomio, soltanto per scoprire che si trattava di un'allucinazione.[4]

Anni più tardi, nel 1971, quando l'angelo della morte tornò a far visita a Jude, questa non esitò ad accoglierla dentro di sé e farsi baciare, finalmente, morendo.[5]

Poteri e AbilitàModifica

Shachath è una potentissima entità spirituale angelica, che ha dimostrato di possedere una serie di eccezionali capacità soprannaturali. Ad oggi, Shachath risulta essere uno degli esseri più potenti mai esistiti all'interno dell'universo di American Horror Story.

  • Chiaroveggenza - L'abilità di leggere i pensieri altrui e potere comunicare telepaticamente con altri individui. Shachath può entrare nella mente di qualsiasi essere e conoscerne i pensieri, i loro ricordi, i loro peccati e i loro rimorsi.
  • Trasmutazione - Una delle Sette Meraviglie, l'abilità di spostarsi da un luogo ad un altro, istantaneamente. Udendo le chiamate disperate di tutti coloro che desiderano così disperatamente la morte, Shachath è in grado di materializzarsi istantaneamente ovunque quelle poverine anime si trovino e, una volta dato loro il bacio dell'addio, scomparire e tornare nella dimensione spirituale in cui risiede.
  • Immortalità - In qualità di angelo, Shachath è un essere imperituro per eccellenza.
  • Invisibilità.
  • Intangibilità.
  • Volare - Shachath, essendo un angelo, possiede delle grandi ali piumate.

Appare in (6/13)Modifica

Seconda Stagione (6/13)

Terza Stagione (0/13)

NavigazioneModifica


References Modifica

  1. Episode: Dark Cousin
  2. Episode: The Coat Hanger
  3. Episode: The Name Game
  4. Episode: Continuum
  5. Episode: Madness Ends
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.