FANDOM



Sophie Green è un personaggio ricorrente della sesta stagione di American Horror Story, ed è interpretato dall'attrice Taissa Farmiga.

Sophie, Todd, e Milo erano tre fanatici della prima stagione del documentario-horror "My Roanoke Nightmare". I tre diventarono talmente ossessionati dalla serie da fondare un fandom ufficiale ("Roanoke's Army") e decisero di organizzare una spedizione al sito, utilizzando delle telecamere montate sui loro caschi per registrare la loro esperienza durante il temuto ciclo lunare della "Luna di Sangue". Ciascuno di loro però venne assassinato durante gli eventi dell'ultima notte del ciclo lunare e le loro registrazioni vennero recuperate da un account "Icloud" intestato a Todd Connors.

BiografiaModifica

Sophie, Milo, e Todd, tre fanatici della prima stagione di "My Roanoke Nightmare", dopo essere arrivati nel Nord Carolina direttamente dalla Virginia, si mettono alla ricerca della casa colonica di Roanoke, iniziando a perlustrare i boschi che circondano la zona. I tre possiedono un fandom, nome come "Roanoke's Army" e desiderano diventare virali riprendendo ciò che realmente accade a Roanoke durante i tre giorni del ciclo lunare della "Luna di Sangue". Per Sophie non si tratta semplicemente di uno show, ma di una storia anti-razziale ambientata in un mondo post-razziale, parla della colonizzazione dell'America, la rappresentazione di un matriarcato da parte della Macellaia in un sistema patriarcale. A Milo invece, lo show piace perchè fa semplicemente paura. I tre inizialmente, per ottenere una valanga di like su Instagram, sostano per scattare alcune foto dell'albero su cui, nel terzo episodio del reality show, venne ritrovata la felpa con il cappuccio di Flora. Nella radura però vengono interrotti da una donna ricoperta di sangue che implora aiuto. I ragazzi vorrebbero aiutarla, ma la donna fugge via. I tre blogger allora la inseguono, solo per ritrovare il suo corpo, ormai morto da tempo, all'interno di un'auto ribaltata. La donna è in realtà Diana Cross, l'assistente di Sidney, scomparsa misteriosamente tre giorni prima. Sconvolto dalla vista del cadavere della donna, Todd vorrebbe abbandonare tutto e andarsene, ma Sophie lo esorta a rimanere, proprio perché grazie a questo potrebbero diventare veramente virali. Quando i tre raccontano però di ciò che hanno trovato alla polizia locale, i ragazzi non vengono creduti dagli agenti, che arrivati sul posto subito dopo le loro insistenti chiamate, non hanno trovato nessun cadavere.

Sophie, Milo e Todd, rilasciati dalla polizia, decidono di tornare nel bosco con la copertura della notte, per esporre la verità ai fan del loro sito web su "My Roanoke Nightmare". Sul loro percorso, i ragazzi si imbattono nell'albero vicino al quale il vero Mason deve essere stato ucciso. Poco vicino si ritrova anche Lee, posseduta dalla vera Scathach. Todd che è sempre stato un suo grande fan si avvicina per presentarsi, ma la donna lo sgozza con una mannaia e continua a colpirlo ripetutamente, una volta caduto morto al suolo. Impauriti e scioccati dal gesto della donna, Sophie e Milo fuggono via. Perdendosi tra i boschi ancora scioccati e urlanti, finiscono per ritrovarsi alla roulotte della produzione delle show, dove scoprono i cadaveri di Sidney e degli altri membri della produzione. Pochi secondi dopo si imbattono in Dylan. L'uomo è mortalmente ferito e trascinandosi, implora il loro aiuto, ma i ragazzi troppo spaventati, nonostante lo riconoscano come l'interprete di Ambrose, si rinchiudono all'interno della roulotte. Qui, tramite i display che mostrano cosa sta accadendo nella casa in tempo reale, i due scoprono che l'intero cast è stato assassinato, ad esclusione di Audrey e Monet. Sempre tramite le riprese, vedendo che Lee sta tornando alla casa intenzionata ad uccidere le ultime sopravvissute, Sophie si mette in testa di volere andare a salvarle, e convince Milo a seguirla.

Sophie e Milo arrivano alla casa e osservano Lee ricongiungersi con La Macellaia e i fantasmi degli altri coloni, gli spettri hanno rapito Dylan. L'uomo ormai in fin di vita, viene lentamente sventrato dalla Macellaia, morendo sul colpo. Mentre Sophie e Milo filmano la scena in diretta live streaming, i due vengono rapiti da Lee e portati al cospetto de La Macellaia. Contro la loro volontà, i ragazzi vengono fatti stendere a terra, e a partire dai loro deretani vengono impalati con delle pertiche di legno che fuoriescono dal loro corpo dalla parte superiore della spalla destra nel caso di Sophie e dal collo nel caso Milo. In fin di vita, i due vengono poi bruciati vivi e offerti in sacrificio agli antichi dei.

La mattina seguente, la polizia locale arriva a Roanoke e trova la carneficina compiuta all'interno e all'esterno dell'edificio. I cadaveri di Shelby, Dominic, Monet, Matt, Dylan, Sophie e Milo vengono così ritrovati.[1]

Appare in (1/10)Modifica

Sesta Stagione (1/10)

CuriositàModifica

  • Abbiamo visto spesso in AHS molti omaggi alle precedenti stagioni. E anche in Chapter 9 potrebbe essercene uno. La terribile morte di Milo e Sophie, i due ragazzi che vengono impalati e poi bruciati vivi per purificare la terra di Roanoke, richiama molto la morte di Myrtle Snow, la strega interpretata da Frances Conroy in Coven!

NavigazioneModifica


References Modifica

  1. Episode: Chapter 9
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.