FANDOM


Stanley è uno dei personaggi principali della quarta stagione di American Horror Story, ed è interpretato dall'attore Denis O'Hare.

BiografiaModifica

Il signor Stanley è determinato a trovare e sezionare un "freak" da vendere all'American Morbidity Museum, un museo in cui vengono esposti i resti delle persone con le più strane malformazioni mai esistite, una sorta di museo dell'orrore. Con l'aiuto della sua assistente e complice, tale Maggie Esmerelda, si reca presso il luogo per vendere una sua creazione personale con la speranza di riuscire a racimolare qualche soldo. L'essere in questione viene però rifiutato, in quanto ritenuto non abbastanza "originale". Stanley, venendo a conoscenza del circo degli orrori di Elsa Mars attraverso una serie di manifesti pubblicitari appesi in giro per la città da Dell Toledo, elabora un piano con l'aiuto di Maggie.

Maggie Esmerelda, spacciandosi per essere una chiaroveggente di talento, si reca nel tendone di Elsa Mars per predirle il futuro. La sua sfera di cristallo ha in serbo per lei fama e gloria, e sarà proprio un uomo alto e dai capelli scuri, ad aprirle le porte per il suo futuro.[1]

Durante un'uscita con Jimmy Darling, Maggie fa tappa presso una cabina telefonica per mettersi in contatto con Stanley, intenzionata a mettere fine alla loro collaborazione per via del buon cuore di Jimmy. L'uomo, che intanto si trova in compagnia di un prostituto soprannominato "Il Thor", la ricatta e la convince a continuare. Poiché il piano di Maggie è andato completamente in fumo, Stanley, sotto il falso nome di Richard Spencer, si spaccia per un talent scout di Hollywood e si reca presso il freak show.[2]

Stanley si offre di scortare in giro Bette e Dot per una passeggiata e un picnic al solo fine di cercare di ucciderle facendo mangiare loro dei cupcake rosa avvelenati. Il tentativo però fallisce miseramente perché Dot, al contrario della sprovveduta Bette, si rifiuta di mangiare qualcosa offerta da uno sconosciuto. Inoltre, le due sono costrette da Elsa a mantenere una linea perfetta per i prossimi spettacoli. Recandosi nella sua tenda, Stanley propone ad Elsa la possibilità di apparire in televisione e avere il suo show personale, avverando così, a detta sua, ogni suo sogno. Elsa però rimane riluttante riguardo la proposta, considerando il teatro come l'unica vera forma d'arte, e la televisione e il cinema delle "volgari" forme di intrattenimento.

Elsa vede Stanley portare le gemelle fuori per un altro picnic. Gelosa e arrabbiata, le vende ai Mott.[3] Stanley costringe Maggie a fare di Jimmy la sua prossima vittima, sfruttando il rapporto platonico che si è venuto a creare tra i due. Maggie però, che ammette finalmente di provare qualcosa per il ragazzo, si rifiuta di farlo, offrendogli una preda ben più succulenta: la dolcissima e minuscola Ma Petite.[4]

Dell torna di nuovo al bar queer intenzionato a scusarsi con il suo amato Andy per il suo brutto comportamento, ma non lo trova. Nessuno dei cassieri e dei baristi inoltre, lo vede ormai da un paio di giorni. Stanley scorge Dell presso il bar e avvicinandosi, lo minaccia di raccontare tutto alla troupe se lui non gli consegnerà il corpo di uno dei suoi freak. Più tardi, verso sera, Dell si reca nella tenda di Ma Petite, distraendola portandole in dono un bel vestito. Lei lo prova e per ringraziarlo, lo abbraccia. L'uomo approfitta della situazione per stritolarla e soffocarla tra le sue braccia, spezzandole l'osso del collo. Dell consegna quindi il corpo della povera donna a Stanley, che lo vende al museo delle curiosità patologiche Lilian Hemmings, dove il corpo di Ma Petite viene esibito come la "donna più bassa del mondo".[5]

Una notte del 1953, la storia d'amore perfetta di Pepper va in mille pezzi quando scopre che Salty, il suo compagno, morì a causa di un'emorragia cerebrovascolare durante il sonno, una cosa decisamente poco insolita per quelli come lui, a detta della stessa Elsa. Il suo cadavere venne prelevato da Stanley, che aveva convinto Elsa a consentirgli di organizzare i suoi funerali. Al contrario però, Stanley portò la testa di Salty all'American Morbidity Museum, dove venne esposto. Intanto Stanley, per riuscire a mettere le mani sulle "chele" di Jimmy, al momento in prigione, gli fa visita per consigliargli un modo per pagarsi un buon avvocato: vendere le proprie chele.[6]

Senza altre alternative a disposizione, Jimmy acconsente all'idea di Stanley di farsi amputare la mano sinistra in modo da guadagnarsi qualche soldo e potersi permettere di pagare un avvocato. Stanley fa quindi condurre il ragazzo fuori dalla sua cella per mezzo di uno stratagemma, dopo di che, una volta fuori, lo stordisce colpendolo a tradimento alle spalle. Al suo risveglio, con estremo dispiacere, Jimmy scopre che Stanley gli ha fatto amputare anche la mano destra.[7]

Desiree e Maggie mettono al corrente gli altri freaks dell'esistenza di un museo delle "stranezze patologiche" dove quelli come loro vengono esposti e delle malefatte di Stanley, buona parte delle quali, compiute grazie al supporto dell'ormai defunto Dell e della stessa Maggie. In nome di Salty e Ma Petite, i freaks giurano vendetta contro l'uomo e rapendolo dal suo caravan nel cuore della notte, lo mutilano gravemente, tagliandogli sia braccia che gambe. Dopo di che, gli infilano le vesti del deceduto Meep. Per mettere definitivamente fine alla faccenda, Desiree uccide anche Lillian Hemmings, la direttrice del museo delle morbosità. Per vendetta, le mozza la testa e la fa recapitare a Stanley stesso.[8]

Appare in (10/13)Modifica

Quarta Stagione (10/13)

NavigazioneModifica


References Modifica

  1. Episode: Edward Mordrake (Part 1)
  2. Episode: Edward Mordrake (Part 2)
  3. Episode: Pink Cupcakes
  4. Episode: Bullseye
  5. Episode: Test of Strength
  6. Episode: Orphans
  7. Episode: Magical Thinking
  8. Episode: Show Stoppers
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.