FANDOM


Principale

Tristan Duffy è un personaggio ricorrente della quinta stagione di American Horror Story, ed è interpretato dall'attore Finn Wittrock.

Durante una sfilata di Will Drake all' Hotel Cortez, cattura l'attenzione de La Contessa, che decide di infettarlo e farne il suo nuovo amante. Dopo gli eventi de "La Notte del Diavolo" si innamora di Liz Taylor e per questo Elizabeth, invidiosa della loro relazione, gli taglia la gola, uccidendolo. Essendo morto all'interno dell'hotel, diventa un fantasma, ma decide di apparire a Liz solo quando anche lei sarà diventata un fantasma.

BiografiaModifica

A sfilare in passerella alla sfilata di Will Drake c'è anche il rinomato e dall'animo turbato modello Tristan Duffy, dal quale ci si aspetta sempre qualcosa di poco ortodosso. Il ragazzo cattura immediatamente l'attenzione dei presenti, e in particolare quella di Elizabeth. Aggredendo un uomo tra il pubblico, Tristan viene fatto tornare immediatamente nei camerini, dove inizia farsi di eroina. Will entra per rimproverarlo, ma Tristan gli rivela di non volere essere più un modello. Lachlan porta Scarlett nelle luminose cantine dell'hotel dove dei bambini dai capelli chiari, dormono in delle bare di vetro. Tra questi, Scarlett riconosce proprio il suo fratellino scomparso, il piccolo Olden.

Tristan invade gli appartamenti di Elizabeth e Donovan in cerca di cocaina, ma Donovan lo scopre e usano la forza, lo costringe a fermarsi. L'uomo sta per bere del suo sangue, quando arriva Elizabeth a fermarlo. Aggirandosi per i corridoi del Cortez, Tristan arriva fino al 7°piano dove incontra il signor James Patrick March. L'uomo, che rivede se stesso nell'oscuro e infelice Tristan, una volta possedeva tutto, ricchezza, fama, ma alla fine non era mai veramente soddisfatto. La signorina Hazel Evers porta in stanza una donna, una prostituta e James desidera che Tristan la uccide, per assaporare la sensazione che si prova nel togliere la vita a qualcuno. Tristan però si rifiuta di farlo e fugge via. Deluso dal comportamento del giovane in cui aveva riposto tante speranze, uccide la donna di suo pugno e incarica la signorina Evers di pulire le lenzuola. Durante una corsa disperata e in cerca di aiuto tra i corridoi bui del settimo piano, Tristan si imbatte in Elizabeth, che lo trascina in ascensore con lei.

Elizabeth contamina Tristan con il suo virus, e il ragazzo inizia a capire cosa voglia dire non invecchiare mai. E' bellissimo, il suo volto rispecchia la perfezione assoluta e se potesse, si "scoperebbe da solo". I due iniziano a baciarsi, ma il loro bacio diventa qualcosa di più ed iniziano a spogliarsi sempre più desiderosi di contatto fisico, accecati dal piacere che ne consegue. Dopo avere fatto sesso nella vasca da bagno Elizabeth spiega a Tristan le regole che dovrà rispettare se vorrà sopravvivere nella sua nuova condizione. Ha un sistema immunitario potenziato, non potrà ammalarsi mai; ma un proiettile potrà comunque ucciderlo, per cui dovrà essere furbo. Non dovrà mai bere il sangue dei morti; evitare i malati, i deboli e gli infetti; perché il sangue cattivo è come una brutta influenza o peggio. Il sole non lo ucciderà, ma farebbe meglio ad evitarlo, perché gli farebbe perdere vitalità. L'unica cosa che potrà distruggerlo adesso, è la sua stessa imprudenza.

Dopo di che, Elizabeth invita Tristan a non innamorarsi di nessun'altra, perché il suo cuore adesso, appartiene solo a lei. Dopo un altro rapporto sessuale, i due iniziano a conoscersi meglio. Elizabeth è nata nel 1904 e l'epoca che ha amato di più è stata la fine degli anni '70, era la regina delle discoteche e della notte, poteva camminare tra gli uomini liberamente, senza pregiudizi. Donovan entra in stanza, e vedendoli in intimità esige delle spiegazioni. Elizabeth ha intenzione di mettere fine alla loro relazione e Donovan non prende per niente bene la notizia. Donovan disperato ripete di amarla, ma Elizabeth gli consegna un insegnamento prezioso: non è il loro virus o le persone che si scopano a renderli ciò che sono, ma le delusioni d'amore, e più sono grandi e meglio è. Così dicendo invita l'uomo a fare le valigie e a imparare dalle sue esperienze. Adesso è Tristan il nuovo giocattolino di Elizabeth, e Donovan dovrà imparare a farsene una ragione.[1]

Tristan nonostante la paura provata durante il loro primo incontro, decide di entrare di nuovo in contatto con James March, resosi conto di quanto sia meraviglioso uccidere. La loro conversazione viene interrotta dall'arrivo di Will Drake e Claudia Bankson. Nonostante i due non possano vedere il fantasma del signor March, possono vedere Duffy e Will gli chiede immediatamente cosa diavolo ci faccia nel suo albergo, lo invita così ad andarsene o chiamerà la polizia. Claudia invece nota qualcosa di diverso in lui, qualcosa di ipnotico e bellissimo. I due lasciano la stanza e il fantasma del signor Patrick ritorna, accompagnato da quello della signorina Evers. Hazel è preoccupata che se il signor Drake dovesse distruggere il settimo piano durante la restaurazione dell'edificio, lei non avrebbe più un luogo dove potere lavare le lenzuola. Tristan promette così ai due fantasmi che ucciderà Will.

Nell'attico Tristan si scusa con Will per il suo comportamento degli ultimi giorni e per avere rovinato la sua sfilata. Mentre Will gli parla dei suoi progetti per ristrutturare l'albergo, Tristan inizia a toccarlo delicatamente, provocandolo e lentamente a sedurlo. Dopo di che inizia a baciarlo e a mordergli le labbra. Will cede alla passione e ricambia le sue mosse e attenzioni, inconsapevole che Tristan stia per ucciderlo con il coltello che teneva nascosto nella tasca laterale dei pantaloni. Il ragazzo sta per pugnalarlo, ma ai lati della porta della camera compare Elizabeth che lo esorta tramite gesti a fermarsi. Non interessato a un rapporto di tipo omosessuale, Tristan interrompe così l'amplesso, nonostante Will lo implori di restare.[2]

Dopo la notte di Halloween, Tristan e Liz iniziano una relazione romantica, nonostante siano preoccupati della reazione di Elizabeth. Tristan le rivale che nessuno lo aveva mai tratto come fa lei, perché solitamente, tutti si servono di lui per qualche scatto fotografico e poi lo "buttano". Liz e Tristan sono ormai legati da un puro amore, e non vedono l’ora di dirlo alla Contessa, cosicché possa dar loro la benedizione. Non è cosa da poco, perché lei non condivide con nessuno, nemmeno quando si tratta di un caro vecchio amico. Decisi di continuare la loro relazione, Tristan e Liz raccontano tutto a Elizabeth e chiedono se possono stare insieme. Liz cerca di farle capire quanto loro si amino, le dice che ha finalmente trovato il vero amore, ma Elizabeth contro il tradimento è spietata e uccide Tristan, tra le braccia di Liz. Essendo morto all'interno dell'albergo, lo spirito di Tristan rimane per sempre intrappolato al Cortez.[3]

Liz è triste perché le manca il suo Tristan, e non si capacita del perché non si sia mai palesato sotto forma di fantasma al Cortez. Iris decide di aiutarla, ed entra in contatto con Billie Dean Howard, una famosa sensitiva che conduce un suo programma su Lifetime. Billie arriva così all'hotel e cerca di contattare Tristan, infine riuscendoci. La sua presenza viene percepita dalla sensitiva, che rivela che però Tristan si rifiuta di parlare a Liz. Lei si incolpa di questo, dicendo che è a causa sua che il suo amato è morto perché “L’amore uccide molto di più dell’odio”.

Dopo essere morta e divenuta un fantasma, mentre Liz contempla il suo cadavere ancora sanguinante, Tristan appare sull’uscio della camera dicendo di amarla. La donna però è confusa perché era convinta che lui non le volesse più parlare. Tristan le spiega che Liz aveva ancora della vita da vivere quando provò a contattarla tramite Billie Dean. Liz sorride commossa, gli dice che lui la fa morire e i due innamorati finalmente si ricongiungono con un bacio.[4]

Appare in (6/12)Modifica

Quinta Stagione (6/12)

NavigazioneModifica


References Modifica

  1. Episode: Chutes and Ladders
  2. Episode: Mommy
  3. Episode: Room 33
  4. Episode: Be Our Guest

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.