FANDOM


Kai Anderson: Qual è la cosa che ti spaventa di più?
Winter Anderson: Onestamente, Kai? Sei tu.


Winter Anderson è uno dei personaggi principali della settima stagione di American Horror Story, ed è interpretato dall'attrice Billie Lourd.

Winter era una giovane ragazza sulla ventina, molto preoccupata dal risultato dell'elezione di Donald Trump alla presidenza degli Stati Uniti. Lasciò il Vassar College per dedicarsi alla campagna elettorale favorevole alla causa di Hilary Clinton. Dopo il risultato fallimentare delle elezioni però e l'elezione di Trump, facendo leva sul suo passato autolesionistico, il fratello maggiore Kai Anderson la costrinse ad arruolarsi all'interno della sua setta. Winter era morbosamente affascinata dalla violenza e dal sangue, ed era completamente terrorizzata dal fratello, la persona che temeva di più al mondo. Kai la costrinse così a diventare la tata di Ally e Ivy Mayfair-Richards.

Winter ed Ivy però, si erano già conosciute in passato, ai tempi delle elezioni. Durante le settimane precedenti alle elezioni infatti, Winter aveva conosciuto Ivy ad una manifestazione pro-Hillary, dopo averla difesa dalle offese omofobe, sessiste e dispregiative di Gary Longstreet, un fervido sostenitore di Trump. Winter ed Ivy, arrabbiate, legarono l'uomo in un seminterrato per impedirgli di recarsi al seggio elettorale il giorno delle elezioni, e votare. Una volta divenuta la loro tata, qualche settimana più tardi, Winter cercò di inserirsi all'interno della loro relazione, seducendo Ally e filmandosi, in modo che Ivy, una volta vista la registrazione, l'avrebbe lasciata per iniziare una relazione con lei.

Quando Winter uccise uno dei fedeli di Kai, il detective Jack Samuels, dopo che questo aveva tentato di violentarla, la ragazza incolpò Beverly Hope e Rudy Vincent, fratello maggiore di Kai e Winter, del suo omicidio. Kai li fece portare al proprio cospetto, legati e imbavagliati, Vincent e Beverly, giudicati entrambi colpevoli di tradimento. Dopo aver ammazzato Vincent, fece rinchiudere Beverly all'interno di una camera d'isolamento.

Innamorate, Winter e Ivy cercarono in tutti i modi di abbandonare la setta di Kai, ma Ally, tornata alla ribalta, decise di prendersi la propria vendetta su entrambe. Da prima avvelenò con del cianuro la ex-moglie; dopo di che riempì di cimici il seminterrato dove Kai viveva perché lui potesse scoprire facilmente suddette tecnologie. Scoprendo l'accaduto, Kai la fece strangolare per ripicca di fronte a tutti i presenti, alleandosi con Ally, nuovo membro della sua setta.

BiografiaModifica

Nel 2014, la madre di Kai e Winter, in seguito alle continue vessazioni del marito, perse la ragione, uccise il marito (suo padre) e poi si suicidò. Kai, disperato, si rivolsero al fratello maggiore, al tempo ancora al college, il Dr. Vincent. Quest'ultimo, per evitare loro problemi da un punto di giudiziario e permettergli di percepire ancora la pensione di invalidità del padre, decise di lasciare i corpi dei genitori a decomporsi nella loro camera da letto, cospargendoli di soda caustica. Tutto ciò si verificò ad insaputa di Winter, che, tornata dal college, rimase disgustata dalla decisione intrapresa dai due.[1]

Durante le settimane precedenti alle elezioni, Winter Anderson, membro di un comitato pro-Hilary, venne molestata, nel corso di una manifestazione, da Gary Longstreet, un fervido sostenitore di Trump. Ivy, accorrendo in suo soccorso, suggerì alla ragazza di vendicarsi. Le due, per impedirgli di recarsi al seggio elettorale il giorno delle elezioni e votare, lo legarono quindi in un seminterrato.

Tornata a casa, Winter raccontò al fratello di quanto bene si fosse sentita nel fare del male a qualcuno. In segreto della sorella però, Kai libera Gary e dopo avergli sbattuto in faccia una serie di umiliazioni da lui subite a causa dell'amministrazione democratica di Obama, porgendogli una sega attraverso la quale potrà dimostrare tutta la sua fedeltà alla causa di Trump per mezzo di un ultimo sacrificio finale: l'amputazione del braccio che lo lega al tubo a cui Ivy e Winter lo hanno legato. Ancora sanguinante, l'uomo raggiunge il seggio elettorale pur di votare, sbandierando ai quattro venti il moncherino rimasto del braccio tagliato.[2]

La sera dell'8 novembre del 2016, durante la notte delle elezioni presidenziali americane, Kai e la sorella Winter assistono in diretta nazionale all'elezione del quarantacinquesimo presidente americano. Kai Anderson gioisce per l'elezione di Trump, l'uomo che aveva votato e gongola della situazione con la sorella Winter, che da buona femminista e attivista sociale, aveva votato per Hilary Clinton.

Winter Anderson, dopo aver sostenuto un colloquio con Ally ed Ivy, nonostante la prima non sia molto convinta, viene scelta per badare a loro figlio e aiutarlo nei compiti. Seguendo le idee malate del fratello, Winter cerca di educare Oz alla cultura della paura e della violenza, e accendendo il computer, gli mostra una serie di immagini cruente che ritraggono aggressioni e scene del crimine. Dopo di che, passa ai video di violenza.

Un gruppo di clown (composto da Kai, Meadow, Jack, Harrison e Beverly) saltella fuori dal mezzo, e gli strani individui si dirigono con fare sospettoso verso la casa dei Chang. Il giorno dopo, i Chang vengono ritrovati brutalmente assassinati così Oz, decide di raccontare tutto alle proprie madri. Il piccolo sostiene che sia stata Winter a costringerlo ad assistere alla scena ma, al contrario, la ragazza afferma che probabilmente il bambino si sarà soltanto fatto influenzare dal fumetto del clown assassino, Twisty.[3]

Di ritorno a casa dal lavoro, Beverly si imbatte in una strana figura avvolta in un mantello scuro, che le rivela di essere al corrente dell'esistenza della setta di Kai e dei suoi reali piani. La donna mette in guardia Beverly circa le reali intenzioni di Kai e la invita a raggiungerla la stanza 12 del Reunion Hotel quando si sarà accorta che il ragazzo la sta solo sfruttando per realizzare i suoi obiettivi. Le parole della donna misteriosa si rivelano fondate quando Kai mentte da parte Beverly per concentrarsi su un nuovo gruppo di reclute militare e la umilia di fronte ai suoi adepti. Beverly si reca quindi al ristorante di Ivy, che ritrova in compagnia di Winter, per invitarle ad unirsi alla sua causa femminista. Le tre donne vengono infatti raggiunte da Bebe Babbitt, che racconta loro la storia di un'eroina, Valerie Solanas, sua defunta amante e vero amore.

Bebe riesce a convincere Beverly, Ivy e Winter, adesso una coppia, che le donne non verranno mai prese sul serio e la convincere a riportare alla vita il movimento dello SCUM Manifesto ideato dalla sua amata Valerie. Le tre decidono quindi di sbarazzarsi di ogni singolo uomo facente parte della setta di Kai, a partire di Harrison, che ritiene che le donne siano delle "creature inutili". Legato ad una cella frigorifera nel ristorante di Ivy, viene brutalmente ucciso con una lama rotante. Kai apprende della sua morte in televisione, in compagnia di Bebe.[4]

Ivy e Beverly, che stanno organizzando l'omicidio di Kai Anderson, cercano di portare Winter dalla loro parte, ma la ragazza si rifiuta di uccidere il fratello. Kai però, è in realtà consapevole che le sue alleate gli abbiano disobbedito e che stiano complottando contro di lui. Contro ogni aspettative però il ragazzo non è arrabbiato ma, al contrario, lusingato e propone alla sorella Winter un ultimo tentativo per provargli la sua fiducia: essere la madre di suo figlio. Per evitare un rapporto incestuoso fra di loro però, Kai coinvolge anche nell'atto il detective Samuels, che avrà un rapporto con Winter nello stesso momento in cui Kai lo starà avendo con lui. Quest’ultima, nonostante l’incredulità e il disgusto iniziale, avendo paura di ciò che il fratello potrebbe farle se solo si rifiutasse, decide comunque di accettare. Samuels, apertamente omosessuale, riesce ad eccitarsi grazie alle nudità di Kai, ai suoi baci e alle sue carezze ma, nel momento stesso in cui è chiamato a penetrare la ragazza, rivoltato dal corpo femminile, arresta il tutto. La stessa Winter, rivolta dal fratello, decide di abbandonarlo per sempre.

Durante una passeggiata in macchina, Samuels racconta a Winter di quando conobbe Kai e di come fu proprio il ragazzo a fargli capire di essere in realtà omosessuale. In seguito ad un rapporto sessuale consumato con lo stesso Kai, Samuels gli promise eterna fedeltà, entrando a fare parte della sua setta criminale. Ultimamente però, Samuels ha sviluppato dei dubbi circa la sua reale sessualità e abbracciando la possibilità di potere essere in realtà eterosessuale, tenta di avere un rapporto con lei. All'ennesimo rifiuto da parte della ragazza, Samuels tenta di forzarla avere un rapporto con lui, violentandola. Per legittima difesa, Winter è costretta ad ucciderlo con un colpo di pistola. Per coprire il suo crimine, Winter inventa che in realtà sia stata Beverly ad uccidere il detective, che Kai fa rinchiudere in uno stanzino in attesa della sua punizione. Dopo di che introduce al resto del gruppo il nuovo membro della loro setta: Ally Mayfair-Richards.[5]

Spinto da Ally, Kai uccide la sorella dopo che questa ha tradito per l'ennesima volta la sua fiducia, soffocandola a morte.[6]

Appare in (10/11)Modifica

Settima Stagione (10/11)

NavigazioneModifica


References Modifica

  1. Episode: Holes
  2. Episode: 11/9
  3. Episode: Election Night
  4. Episode: Valerie Solanas Died for Your Sins: Scumbag
  5. Episode: Winter of Our Discontent
  6. Episode: Charles (Manson) in Charge
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.